pianetadonna.it

Come conservare le castagne

come-conservare-le-castagne

Ottobre è proprio il mese per eccellenza delle castagne! E' un frutto davvero squisito, da cucinare in tantissimi modi: c'è chi le mangia come caldarroste e chi lessate in acqua, ma il risultato è sempre una gioia per il palato! Tuttavia poche persone conoscono il modo di continuarne a godere per tutto il resto dell'anno. Vediamo come fare...

Istruzioni
Difficoltà
  1. Dopo aver raccolto o comperato una quantità di castagne che ritieni essere sufficiente per il consumo di qualche mese o anche di tutto l'anno, puliscile per bene, togliendo residui di fogliame o terriccio, se le hai semplicemente raccolte, oppure, se sono comprate, disponile direttamente in uno o più recipienti, in modo tale da contenerle tutte.

  2. Ora che le castagne si trovano nei vari recipienti, riempili tutti con dell'acqua fresca, fino all'orlo dei contenitori, verificando che le castagne abbiano abbastanza spazio per risultare completamente immerse nell'acqua stessa. Sarà infatti l'acqua che, con la sua azione "idratante" appunto, permetterà alla castagna una lunga conservazione.

  3. Il tempo in cui le castagne dovranno rimanere nell'acqua è di una settimana.T rascorsi poi i sette giorni, prendi un telo qualsiasi e disponi accuratamente le castagne su di esso. Lo scopo è quello di metterle ad asciugare al sole, infatti, la sera dovrai toglierle, altrimenti non si asciugheranno mai a causa dell'umidità notturna. Il tempo dell' "asciugatura" è anch'esso di una settimana, trascorsa la quale, potrai riporre le castagne in modo tale da averne sempre a disposizione, ogni volta che vorrai gustarle.


di EmiSD 12 ottobre 2010
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Come conservare le castagne...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Ultime Guide e Articoli di Guide di cucina